Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

 

Il 25 febbraio una ristretta rappresentanza del club si è recata presso l’Istituto Albert di Lanzo per l’inaugurazione dell’Aula attrezzata con la LIM donata dal club, alla presenza del Dirigente Ing. Giorgio Vincenzo Minissale e del Prof. Enrico Caviolo, factotum della struttura.

L’idea è nata verso la fine dello scorso anno rotariano, grazie ai contatti di Adriano Pagliano con il Prof. Caviolo. La scuola si evolve e l’emergenza Covid ha accelerato questo processo verso una maggiore informatizzazione della didattica, a distanza e in presenza.

La LIM rappresenta sicuramente uno degli strumenti più utili per migliorare la qualità dell’insegnamento. Molti sono gli istituti che le hanno adottate, come abbiamo potuto constatare nel corso degli incontri sullo Spreco Alimentare, e molte altre ne servirebbero, come ci è stato sommessamente indicato dai docenti dell’ Albert.

Nell’anno in cui uno dei capitoli di intervento prioritario del Club è rappresentato dal mondo della scuola e dalle necessità degli studenti, non poteva mancare il sostegno all’Istituto Albert, una delle eccellenze del territorio, a cui dedichiamo ad anni alterni, insieme con l’Istituto Fermi-Galilei di Ciriè, le Borse di Studio al merito. Quest’anno recupereremo la mancata consegna dell’anno passato erogando le Borse ad entrambi gli Istituti.

Una scintilla tecnologica accesa dal Rotary Club Ciriè Valli di Lanzo

Video incontro Weits 8 maggio 2021 

8 maggio 2021- ...
8 maggio 2021- WEIGT 2021 8 maggio 2021- WEIGT 2021

La recessione conseguente alla pandemia ha colpito duramente tutto il mondo occidentale, e, per quanto riguarda il nostro paese, chi ne ha più risentito sono il commercio al minuto e le piccole e medie imprese, che rappresentano il tessuto economico preponderante e l’eccellenza italiana in tutti i settori produttivi.

Nell’autunno 2019, grazie all’interessamento dell’Ing. Giuseppe Ferrero, nostro socio, e ai rapporti di conoscenza  con il Dott. Ivan Gnesi, fisico ricercatore presso il CERN di Ginevra, è stata organizzata una visita al Centro Europeo di Ricerca Nucleare, in cui vivono e operano molti tecnici e ricercatori di tutte le nazionalità, tra cui molti italiani (ricordo che il Direttore Generale del CERN è dal 2014 la fisica italiana Fabiola Gianotti).

Ai giorni nostri c'è molta più attenzione e interesse rispetto al passato sulla ricerca, per cui occorre essere molto attenti alla divulgazione di fronte ad un pubblico non specialistico, per non indurre erronee interpretazioni o illusioni.

Il Dott. Gnesi è riuscito a coinvolgere nel modo giusto i partecipanti e a far passare i due messaggi fondamentali:

- la ricerca fondamentale deve esistere per se stessa perché la comprensione dei fenomeni  naturali è innata nell'uomo;

- senza ricerca fondamentale non esiste progresso tecnologico.

Ed è proprio in riferimento a questa finalità che si è pensato di passare dalla teoria alla pratica, dal mondo della ricerca alla realtà imprenditoriale. Molte delle applicazioni derivanti dalla ricerca pura trovano infatti applicazione a tempo debito nell’industria, come la storia dell’evoluzione tecnologica recente insegna.

Il territorio del Basso e Alto Canavese è ricco di piccole/medie imprese che operano nel campo della meccanica di precisione, dell’elettronica, degli analizzatori, campionatori, sensori  e apparecchi per misurazione, dei conduttori e degli isolanti, ecc..

Il nostro Club si propone come intermediario per organizzare un filo diretto, sotto forma di tavola rotonda o workshop, tra ricercatori del CERN e imprenditori. 

L’incontro permetterà alle Aziende di riferire le loro esperienze e al mondo della Ricerca  di conoscere le eccellenze, individuare il loro potenziale ed instaurare rapporti costruttivi  di collaborazione.

In un secondo momento si prevede di coinvolgere il mondo degli Istituti Superiori di Istruzione e dell’Università, per i rispettivi ambiti di competenza, perché è ai giovani tecnici e imprenditori di domani che ci si deve rivolgere, per far sì che le conquiste di oggi non passino inosservate e inutilizzate e che il progresso tecnologico non si fermi. 

Il Club ha deciso di premiare gli studenti più interessati e meritevoli con una visita al CERN, non appena le condizioni legate alla pandemia lo permetteranno.

Anche quest'anno il nostro club e il Rotaract sono stati in prima linea per un Natale all'insegna della solidarietà.

Insieme con molte associazioni di volontariato del territorio sono stati distribuiti oltre 250 pacchi alimentari con generi di prima necessità, per un totale di oltre 6000 euro.

SPRECO ALIMENTARE:  SE LO CONOSCI LO EVITI

È il titolo di una campagna di sensibilizzazione a una più attenta gestione delle risorse alimentari, che vede riuniti 8 dei 13 Distretti Rotary Italiani in un unico service rivolto ai bambini delle classi quarte e quinte della scuola primaria. Ha avuto inizio nell'anno scolastico 2018/2019 e prosegue in questo nuovo anno scolastico 2019/2020.

In una parte della Terra, per fenomeni naturali, avverse condizioni climatiche o per cause indotte

dall’uomo le persone muoiono di fame, mentre nei paesi “più civilizzati” oltre 1/3  delle risorse alimentari viene sprecato.

Vale oltre 3,5 miliardi di euro ogni anno lo spreco alimentare, passando dai campi alla produzione industriale, agli sprechi nella distribuzione: una cifra che rappresenta però solo 1/5 dello spreco totale di cibo in Italia, perché sommandola allo spreco alimentare domestico ci porta a oltre 15,5 miliardi di euro gettati ogni anno (lo 0,94% del PIL).

Il progetto, da un’idea di Last Minute Market, società bolognese specializzata per razionalizzare i consumi alimentari e ridurre gli sprechi,con la consulenza scientifica del Prof. Andrea Segrè, agronomo ed economista italiano, professore di politica agraria presso l’Università di Bologna, nasce dalla constatazione che, come detto, lo spreco alimentare avviene per il 50%  fra le pareti domestiche ed è un problema che richiede urgente attenzione, non solo per gli aspetti economici ma soprattutto per i risvolti etici.

Il coinvolgimento dei più piccoli nei temi sociali rappresenta da sempre un sistema efficace per veicolare il messaggio alle famiglie e contribuire così all’affermazione di una nuova sensibilità collettiva.

Il progetto si attua attraverso un incontro di un’ora con le classi IV e V elementare, in cui, tramite una serie di domande/risposte su slides, i bambini vengono informati e sensibilizzati al problema. Attraverso un gioco interattivo sul web il messaggio viene poi trasferito dai bambini stessi alle famiglie.

I volontari del Rotary verranno supportati da ragazzi delle Scuole Superiori, nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola/lavoro”, dopo aver partecipato ad un corso di formazione.

La Regione Piemonte e il MIUR, attraverso l’Ufficio Scolastico regionale, hanno sostenuto fin dall’inizio questa campagna e hanno inviato a tutti gli Istituti Comprensivi una comunicazione per sollecitarne l’adesione.

Anche Terra Madre/Salone del Gusto 2018 ha preso in considerazione il progetto ospitando una tavola rotonda sull’argomento.

Il Rotary Club Ciriè Valli Lanzo, attraverso alcuni dei suoi soci, ha preso contatti diretti con gli Istituti del territorio. Sono stati effettuati incontri con le Scuole Primarie di Ciriè, San Carlo, Lanzo, San Maurizio, Ceretta, San Francesco al Campo, prossimamente con Fiano, per un totale di 20 classi e 417 bambini. Le esperienze fino ad ora sono state estremamente positive: un grande interesse dei ragazzi, una vivace partecipazione, un notevole grado di conoscenza e di sensibilizzazione che fa ben sperare per il successo del progetto e l’efficacia del messaggio.

Anche quest’anno il R.C. Ciriè e Valli di Lanzo contribuisce a realizzare Corsi di avviamento al Gioco degli Scacchi, gioco riconosciuto come vero e proprio strumento didattico, tenuti da istruttori del Circolo Scacchi di Ciriè e rivolti agli alunni delle classi III, IV e V delle Scuole Primarie degli Istituti Comprensivi Ciriè 1 e Ciriè 2.

Riunioni

Quando

Il martedì alle 20.30

Dove

Jet Hotel - Ristorante Antica Zecca
Via della Zecca 9 - 10072
Caselle Torinese (TO)

Prossime riunioni