Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

 

I corsi di italiano per stranieri all'Istituto Troglia di Ciriè, a cura del Portone del Canvese sono iniziati lunedì 7 ottobre e si svolgeranno regolarmente tutti i lunedì e mercoledì, secondo il calendario scolastico, dalle ore 18 alle ore 19,30. Sono iscritte , ad oggi, 37 persone  così suddivise per nazionalità: 8 Romania, 5 Marocco, 5 Brasile, 4 Tailandia, 3 Canada, 3 Albania, 2 Perù, 1 Venezuela, 1 Panama, 1 Benin, 1 Egitto, 1 Senegal, 1 Russia, 1 Moldavia.

Ecco l'articolo tratto da "Il Canavese" del 21 novenbre 2019

 

Questi corsi sono seguiti da insegnanti volontari.

È stata inoltre avviata un'attiità volta a sostenere nello studio alcuni ragazzi di origine straniera e frequentanti il primo anno di scuola secondaria di secondo grado.

In particolare, l’Istituto di Istruzione Superiore D’Oria di Ciriè, ha segnalato 4 studenti provenienti da Kenya, Marocco, Ghana e Moldavia.

Sono stati individuati 4 ragazzi italiani che in passato si sono resi disponibili ad attività di volontariato e che attualmente studiano o sono in cerca di lavoro.

A questi ragazzi tutors sarà corrisposto un contributo economico disposto dal Rotary quale riconoscimento per l’impegno a sostegno dell’accoglienza e dell’integrazione.

 

 

Il progetto intende finanziare la Società Meteorologica Italiana nella realizzazione di una mostra permanente presso il Museo Archeologico del Castello di Adelaide di Susa. La Mostra ricostruisce su adeguati pannelli didascalici l’andamento degli eventi climatici locali e globali più significativi degli ultimi 15.000 anni e descrive successivamente in modo particolareggiato le mutazioni meteorologiche e climatiche in Valle di Susa degli ultimi 2.200 anni, dall’attraversamento delle Alpi dell’armata di Annibale fino agli incendi che hanno devastato nell’autunno 2017 il patrimonio boschivo della Valle. La Mostra non ha carattere culturale fine a se stesso, ma ha lo scopo preciso di sensibilizzare la popolazione in visita al Museo sulle cause che sono all’origine dell’aumento progressivo delle temperature globali del nostro pianeta e delle sue gravissime conseguenze sull’ambiente.

La Mostra a carattere permanente realizzata dalla Società Meteorologica Italiana verrà donata al Museo Archeologico della Città di Susa che ne garantisce la manutenzione e la conservazione nel tempo.

Il progetto ha origine dall’interessamento personale di Lorenzo Bonardi presidente 18-19 del RC 45° Parallelo, riguardo le problematiche derivanti dallo sfruttamento estensivo e irrazionale delle risorse energetiche non rinnovabili del nostro pianeta. E’ ormai chiara la correlazione esistente tra l’impiego sconsiderato di tali risorse e il progressivo aumento della temperatura del globo terraqueo, causa a sua volta di fenomeni ambientali da tempo ben evidenti, quali il progressivo scioglimento dei ghiacciai, la drastica riduzione della calotta artica, la perdita irreversibile di ampi settori della biodiversità. Le previsioni, oggi debitamente codificate da studi che hanno avuto inizio oltre cinquanta anni fa, depongono in favore di elevatissime probabilità evolutive verso un degrado ambientale non sostenibile per la sopravvivenza stessa del genere umano se non si prendono provvedimenti tempestivi.

L’appoggio finanziario alle attività promosse dalla Società Meteorologica Italiana, come la Mostra permanente presso il Museo Archeologico di Susa e un ciclo di conferenze presso i Club Rotariani del Gruppo 3, rappresentano un valido mezzo per diffondere la cultura del rispetto ambientale, ad oggi colpevolmente trascurata per discutibili motivi di natura economica e politica.

Altri rotary club partecipanti oltre al nostro Club: RC Torino Stupinigi, RC Torino Nord, Rc Torino Sud Est. La spesa prevista ammonta a euro 7686,00.

Il Service intende finanziare il Presidio Ospedaliero Riabilitativo “Beata Vergine Consolata” di San Maurizio Can.se allo scopo di acquistare un Bladder Scanner, allo scopo di  migliorare la rapidità e la precisione della diagnosi preventiva delle infezioni urinarie a vantaggio dei tanti pazienti anziani che usufruiscono di degenze riabilitative presso la struttura.

Il progetto ha origine dall’interessamento del Dott. Alberto Mattioda, socio del nostro R.C. e Direttore dell’U.O. di Medicina fisica Riabilitativa presso il Presidio Ospedaliero “Beata Vergine Consolata”, che da tempo ha riscontrato la necessità di rendere più rapida e precisa la diagnosi preventiva di infezioni urinarie negli oltre 1500 pazienti anziani ricoverati  ogni anno nella suddetta struttura.

Per il Service, che ha ottenuto la collaborazione del R.C. Torino 45° Parallelo, è stata presentata domanda di Sovvenzione Distrettuale come District Grant. La spesa prevista ammonta a euro 6700,00.

Il contributo del service ha permesso la realizzazione di un laboratorio informatico per l'associazione di volontariato "Volare Alto".

Volare Alto, genitori, figli e l’avventura della vita è una associazione di volontariato che nasce a Rocca Canavese nel 1996 per volere di due famiglie. Quella di Giancarlo Ferrari e Marisa Bettassa, coppia di sposi entrambi con gravi problemi motori dalla nascita, e quella Ezio Facelli e Emanuela Bardini genitori di un ragazzo disabile.
L’intento della Associazione è quello di avvicinare persone in difficoltà e i loro genitori, offrendo un aiuto sia materiale che psicologico per favorire al massimo il raggiungimento della serenità e l’autonomia.
All’associazione, durante questi anni, hanno aderito una quarantina di famiglie che vogliono costruire insieme una nuova mentalità sociale atta a favorire una reale integrazione culturale e sociale delle persone più svantaggiate.
Inoltre Volare Alto si propone con forza a rendere il disabile protagonista della propria vita e delle proprie scelte e essergli a fianco per permettergli un’esistenza il più normale possibile e soprattutto far uscire le sue capacità residue tramite un ruolo attivo all'interno della collettività.

Oggetto del service è stato il cofinanziamento dell’acquisto di un furgone attrezzato per trasporto disabili, utilizzato dalla squadra “mobilità “ della CVT, che si occupa del trasporto di persone che, non potendosi spostare autonomamente, necessitano di un mezzo specifico. La squadra interviene su tre categorie di persone con disabilità:

  • persone che necessitano di trasporto in struttura ospedaliera, come ad es. i dializzati
  • persone che necessitano di esami clinici e/o trattamenti, oppure persone che sognano viaggi dei desideri, come l’ammalato di SLA che vorrebbe assistere alla partita di calcio, il disabile che desidera andare al mare o a trovare un amico oppure assistere ad uno spettacolo teatrale
  • disabili da trasportare da Torino a Sauze d’Oulx , servizio che viene svolto da 15 anni, per permettere a queste persone di partecipare a lezioni di sci con i maestri della scuola di sci Sauze Project.

La consegna ufficiale del mezzo oggetto del service è avvenuta durante una serata presso la sede della Croce Verde di Torino in Via Dorè.   Il service è stato realizzato dal nostro Club in collaborazione con gli altri del Gruppo 3 (Torino 45°Parallelo, Torino Nord, Torino Sud-Est) con il sostegno della Rotary Foundation che ha assegnato al progetto il District Grant.

Riunioni

Quando

Il martedì alle 20.30

Dove

Jet Hotel - Ristorante Antica Zecca
Via della Zecca 9 - 10072
Caselle Torinese (TO)

Prossime riunioni